EDITORIALE

Il periodo che va dagli anni '30 agli anni '60 del secolo scorso ha visto nascere e svilupparsi il movimento modernista. Le caratteristiche sono un design basico e un senso di accoglienza e calore. E fu proprio il senso di accoglienza e calore a cui il mid-century design debbe il suo successo nel dopo guerra.
Un'estetica minimalista e rigida ma scaldata dalle sue note colore e l'uso smisurato del legno.
A distanza di 60 anni dalla fine del suo periodo di riferimento, il mid-century non ha mai smesso di affascinare e di essere - seppur solo con un accento - presente nelle nostre case.
Eccovi una selezione di design di carte da parati e tessuti dall'anima modernista, alcuni di grandi firme come quella di Elise Djo-Bourgois a cui la Maison Pierre Frey ha dedicato una delle sue recenti collezioni.

Nella foto:

Tessuto Manille di Pierre Frey

Carta da parati Mexique di Pierre Frey

Entrambi hanno carta da parati e tessuti coordinati e sono parte della collezione Elise Djo-Bourgois.

Joy 3 - Omexco

Un design geometrico crea un incontro di forme che ricorda la rotondità di un abbraccio.

Omexco crea dei rivestimenti murali unici nel loro design e che rispettano l'ambiente. Tutti i prodotti di Omexco sono infatti ecologici.

Pair of Dogs - Annika Reed

Annika Reed è un'artista inglese che nei suoi originali design celebra e unisce un gusto tradizionale a elementi moderni come i colori pastello e la rivisitazione di elementi folkloristici e naturali.

Stampati con blocchi di legno intagliato a mano nello studio dell'artista a Londra, ognuno di questi pezzi è intrinsicamente legato ad Annika che ne segue personalmente lo sviluppo dall'idea all'imballaggio. Un vero 'labour of love'.

Tessuto coordinato disponibile.

×