Vi sveliamo le 4 domande da farsi prima di scegliere la carta da parati adatta al vostro progetto. 

√ą molto pi√Ļ semplice di quanto si pensi.¬†

1 - La stanza è luminosa?

Se la vostra camera ha molta luce non avete nessun ostacolo e potete scegliere una fantasia scura, un disegno fitto - ad esempio jungle con fondo scuro come Palmera Cubana - o un rivestimento murale con trama calda come ad esempio in legno o velluto che tendono a rendere un ambiente piccolo cupo. Invece in una stanza luminosa qualsiasi colore o rivestimento ha spazio per splendere e non scurire l'ambiente. Se la vostra camera ha poca luce consigliamo colori a base chiara, metallica e rivestimenti murali da trame luminose come ad esempio Thelxiépéia di Elitis che illuminerebbe pure una stanza al buio a mezzanotte!

 

2 - In che stanza volete mettere la carta da parati?

Non tutte le carte sono adatte a tutti gli ambienti. E non parliamo di design ma di composizione. Volete decorare il bagno o la cucina? Se la carta da parati è destinata a essere a contatto con l'acqua, anche se solo in prossimità è consigliabile scegliere un parato resistente all'acqua. La collezione GlamFusion di Glamora è stampata su un supporto waterproof in fibre di vetro e può essere montata dentro la doccia. Invece se state decorando la stanza dei bambini considerate un TNT - Tessuto Non Tessuto - o un vinilico (la maggior parte delle carte sono TNT o vinilico) in quanto facilmente lavabili. Ma tenete i colori a spirito sotto chiave perchè nessuna carta da parati si salva...

 

3 - Quanto è grande la parete?

Non tutte le carte sono adatte a tutti i muri. In questo caso ci riferiamo alle misure e non alla composizione. Molti panoramici ad esempio hanno una misura fissa e se le misure non corrispondono a quelle della parete il risultato è che parte della parete resterà scoperta. Ma anche una carta da parati venduta al rotolo potrebbe non essere adatta se, ad esempio, lo spreco di carta è molto alto. Non consigliamo mai ai nostri clienti di comprare una carta da parati che risulta in un grosso spreco, a meno che non si possa usare per complementare la stanza (ad esempio rivestire le ante dell'armadio..). Se avete dubbi, leggete il nostro articolo su come misurare la carta da parati QUI.

 

4 - Quale design mi rende felice?

Non ci sono regole per scegliere il disegno o la tinta unita giusta. Ci sono gusti e i gusti non si spiegano. Scegliere una carta da parati è come scegliere un partner: se hai farfalle nello stomaco quando la vedi, è quella giusta per te. 

 

 

E se avete dubbi o domande, potete sempre scriverci qui in chat (in basso a destra su ogni pagina del sito!).

 

×